Paneacqua

  • RSS
  • Facebook
  • Twitter

Fassbinder secondo Arcuri

maggio - 9 - 2012

Sangue sul collo del gatto, ultimo spettacolo dell’Accademia degli Artefatti al Teatro India di Roma

Share

Quasi uno spettacolo italo-tedesco l’ultimo di Fabrizio Arcuri. Italo-tedesca la produzione, tedesco il debutto, italiani gli artisti. Il testo è di Rainer Fassbinder più noto come regista cinematografico che per le sue drammaturgie. Das Blut am Hals der Katze il titolo originale, tradotto letteralmente in italiano con Sangue sul collo del gatto, una sorta di non-sense per uno spettacolo che parla dell’impossibilità di comprendere il linguaggio degli altri, gli altri. È un testo del ‘68, e dunque lontano  dalla recente produzione dell’Accademia degli artefatti: il capitolo della drammaturgia contemporanea inglese (Crimp, Crouch, Ravenhill) che ha segnato una tappa importante nel percorso artistico della compagnia, sembra concludersi. E l’inversione di rotta era iniziata già lo scorso anno, con la messa in scena di Orazi e Curazi di Bertold Brecht.

In Sangue sul collo del gatto la questione omosessuale, a differenza della produzione cinematografica di Fassbinder, non è dominante. È la situazione di partenza, il presupposto drammaturgico ad attirare su di sé tutta l’attenzione: un extraterrestre è inviato sulla Terra per un’indagine sulla democrazia nel nostro paese. Nulla di politicamente rilevante emergerà però dal suo studio. Politicamente e socialmente irrilevanti le azioni dei nove personaggi che si incontrano e si scontrano sulla scena, nonostante le premesse e in parte le promesse. Da questo studio, anzi, non emergerà proprio nulla: quando Phoebe Zeitgeist (questo il nome dell’aliena che in tedesco significa spirito del tempo) arriva sul nostro pianeta il primo ostacolo in cui si imbatte è il linguaggio, riesce a decifrare le parole, ad imitarne il suono, ma le resta impenetrabile il senso. Gli occhi fuori dalle orbite, un’espressione spaesata e spaventata, le stanno come una maschera in viso dall’inizio alla fine del suo viaggio, del nostro spettacolo.

L’ostacolo è insuperabile, il linguaggio umano è per lei una membrana impermeabile, le impedisce di passare dalla forma al contenuto, dal significante al significato, dall’apparenza all’essenza di questa strana gente che avrebbe dovuto studiare ma non può che limitarsi a sbirciare. Ed è vasto il campionario umano che ha davanti e che si muove su una pedana circolare . Alla fine Phoebe Zeitgeist, pur non penetrando il senso dei discorsi degli umani, ne ricalca la forma e sul finale dialoga con gli altri riproducendo a caso spezzoni di frasi: le parole hanno un senso e a volte sono anche pertinenti, ma il risultato non cambia ed è l’incomunicabilità. L’incomunicabilità tra i diversi.

Fassbinder ha scelto il diverso per eccellenza, diverso per tutti, da tutti. Così, paradossalmente, chiunque può immedesimarsi con lei e sperimentare la scomodità d’essere considerato diverso: rispetto a un diverso così diverso, come solo un alieno può essere, donne e uomini, neri e bianchi, atei e religiosi, siamo tutti uguali, nessuno è discriminabile. Che poi la differenza la faccia il linguaggio e non, ad esempio, le sembianze fisiche, è rilevante dato che il linguaggio è (anche) convenzione e basta non rispettare le convenzioni, non capirle, per essere fatti fuori.

Sangue sul collo del gatto di Arcuri è uno spettacolo compatto, divertito e divertente, forse non acuto come altre prove di questo regista, ma testimone della sua capacità di uscire dai propri stessi stilemi artistici e misurarsi anche con un testo non certo facile.

Nota Bene:

"Paneacqua.eu è uno spazio di informazione libero e aperto, creato per instaurare un confronto diretto sui temi proposti ogni giorno. La redazione di Paneacqua.eu ha scelto di non moderare preventivamente i commenti dei lettori. Tuttavia, nel ribadire che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e che in nessun caso Paneacqua.eu potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi di diritti di terzi, la redazione tiene a precisare che non sono consentiti, e verranno immediatamente rimossi: messaggi non inerenti all'articolo; messaggi anonimi o con indirizzo e-mail falso; messaggi pubblicitari
; messaggi offensivi o che contengano turpiloquio; messaggi con contenuto razzista o sessista
; messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

. Al fine di limitare al massimo un uso distorto della libertà di commento dal giorno 17/04/2008 sarà obbligatorio inserire oltre al nome e cognome anche una e-mail di riferimento.

 In ogni caso, la redazione di Paneacqua.eu si riserva il diritto di cancellare messaggi e commenti giudicati non idonei in qualsiasi momento e a suo insindacabile giudizio".

Un Commento finora

  1. [...] Fassbinder secondo Arcuri. Sangue sul collo del gatto, ultimo spettacolo dell’Accademia degli Arte… di Bruna Monaco (Paneacqua) [...]

Cosa significa essere uomo

Intervista a Monica Lanfranco, Uomini che (odiano) amano le donne. Virilità, sesso, violenza: la parola ai maschi

Paul Klee. Viaggio in Italia

Alla GNAM di Roma l’opera del maestro svizzero, che determinò l’Avanguardia del Novecento

Il Panico

Al Piccolo di Milano la bella regia di Ronconi del testo di Spregelburd

Il mondo del jazz nella magia di novecento

Uno spettacolo cult nella sala Fellini di cinecittà

Il canto di corvo degli incurabili

All’Elfo Puccini di Milano il monologo “Corsia degli incurabili” con Federica Fracassi, regia di Valter Malosti

“La nave fantasma”

Titanic della coscienza civile italiana

«Rito sonoro che si fa anima»

La lirica di Mariangela Gualtieri,


Libera Mente

La pace possibile

Successi e fallimenti degli accordi internazionali sul disarmo e sul controllo degli armamenti

Acqua bene comune (ABC)

napoli, capitale dell'acqua pubblica. Lettera aperta di Alex Zanotelli


Grillo, l’inconste

Dopo l’ultima prodezza di Grillo, l’apertura a Casa Pound, mi ...

La gloriosa storia

Decisamente il Monti politico ha qualcosa in meno del Monti ...

Cosa significa esser

Lanfranco, nell'introduzione al libro, scrive "tutto comincia con un viaggio ...

Pd, serve una parola

Ogni giorno che passa Monti rafforza il suo impegno diretto ...

MPS e Imu, due cose

Quanto sta emergendo sul Monte dei Paschi di Siena (MPS) ...