Paneacqua

  • RSS
  • Facebook
  • Twitter

Paganini, per fortuna, da undici anni si ripete

giugno - 14 - 2012

Nella Val di Vara per ascoltare grandi interpreti e gustare prelibatezze liguri biologiche

Share

Per l’undicesimo anno consecutivo la Valle ligure di Vara si anima di grande musica. È il “Festival Paganiniano di Carro” che riunisce in vari borghi dello spezzino un festival di altissimo livello legato alla figura del grande violinista ligure. I concerti, dal 14 luglio al 14 agosto, hanno avuto una grande anteprima con la partecipazione di Salvatore Accardo (che iniziò la sua sfolgorante carriera vincendo proprio il concorso Paganini nel 1958) al concerto che fa da “apripista” il 28 maggio scorso.
La caratteristica di questo festival, organizzato dalla Società dei Concerti di La Spezia e sponsorizzato da diverse istituzioni locali, è di svolgersi in luoghi di grande e suggestiva bellezza, fuori dal turismo di massa, ma legati a chi sa apprezzare la musica colta, la natura  e la buona cucina. Infatti è quella una zona, a confine con la Lunigiana toscana, nell’entroterra di altre perle quali Santa Margherita Ligure, il Golfo del Tigullio, Le Cinque Terre, di bellezza ancora un po’ selvaggia e che ha voluto e saputo incentivare e puntare molto sull’agricoltura e la coltivazione biologica, regalando cibi genuini e estremamente saporiti.
Il programma, ideato e diretto artisticamente dal maestro Bruno Fiorentini, che nel 1969 fondò, assieme ad altri musicisti e musicofili, la sezione spezzina della Società dei Concerti, anche in questa edizione è incentrato evidentemente sulla figura di Paganini, la cui famiglia era originaria di Carro, e sul virtuosismo musicale-interpretativo, cifra caratteristica del grande violinista genovese. Perciò, oltre all’apertura affidata, come detto ad Accardo, si ricordano, tra gli altri gli appuntamenti con il Quartetto Talich, Massimo Quarta, la camerata Royak Concertgebouw di Amsterdam,. Il Trio Goldberg, Stefan Tarara, Masha Diatchenko, lo stesso Fiorentini, Milton Masciadri. Stimolante un concerto dedicato a Camillo Sivori, unico allievo “ufficiale” di Paganini, con il concerto del 29 luglio per violino e pianoforte.
I concerti si svolgono, come nelle altre edizioni, in diversi comuni: una parte più considerevole a Carro, gli altri a Framura, Varese Ligure, Santo Stefano Magra, Bonassola, Beverino Castello, Brugnato, e sono eseguiti sia all’aperto che al chiuso, in situazioni molto diverse l’una dall’altra: sagrati di chiese, chiese stesse, cortili di palazzi ducali, teatri propriamente detti, oratori affacciati su spiagge, e così via.
La comunità della Val di Vara vive con molto interesse e affetto questa manifestazione: quest’anno poi, per consolare, si potrebbe dire, le popolazioni della zona flagellate nello scorso ottobre dal devastante alluvione, il Festival vuole essere (e sicuramente sarà) occasione per rilanciare il territorio culturalmente, socialmente, economicamente. Sono previste anche visite ai luoghi devastati, per evidenziare la voglia di ricomunicare e di superare il flagello subito.
Interessante anche l’aspetto convegnistico, che ogni anno approfondisce una tematica: quest’anno si parlerà de “La scuola violinistica franco-belga da G.B. Viotti a E. Ysage”. Gli organizzatori del Festival, instancabili e molto motivati, hanno già nuove idee per gli anni a venire: è in lavoro una sorta di gemellaggio con il Trentino, dove c’è la Valle Paganini, luogo in cui il maestro andava a cercare personalmente il legno per realizzare i propri violini. Una volta di più si dimostra con il Festival di Carro che la provincia italiana, se ha la capacità di trovare risorse – che poi generano altre risorse – è fucina e laboratorio di creatività, vivacità intellettuale e non è certo seconda alle città “istituzionalmente” più accreditate.

Nota Bene:

"Paneacqua.eu è uno spazio di informazione libero e aperto, creato per instaurare un confronto diretto sui temi proposti ogni giorno. La redazione di Paneacqua.eu ha scelto di non moderare preventivamente i commenti dei lettori. Tuttavia, nel ribadire che gli unici proprietari e responsabili dei commenti sono gli autori degli stessi e che in nessun caso Paneacqua.eu potrà essere ritenuto responsabile per eventuali commenti lesivi di diritti di terzi, la redazione tiene a precisare che non sono consentiti, e verranno immediatamente rimossi: messaggi non inerenti all'articolo; messaggi anonimi o con indirizzo e-mail falso; messaggi pubblicitari
; messaggi offensivi o che contengano turpiloquio; messaggi con contenuto razzista o sessista
; messaggi il cui contenuto costituisce una violazione delle leggi italiane (istigazione a delinquere o alla violenza, diffamazione, ecc.)

. Al fine di limitare al massimo un uso distorto della libertà di commento dal giorno 17/04/2008 sarà obbligatorio inserire oltre al nome e cognome anche una e-mail di riferimento.

 In ogni caso, la redazione di Paneacqua.eu si riserva il diritto di cancellare messaggi e commenti giudicati non idonei in qualsiasi momento e a suo insindacabile giudizio".

I Commenti sono chiusi.

Cosa significa essere uomo

Intervista a Monica Lanfranco, Uomini che (odiano) amano le donne. Virilità, sesso, violenza: la parola ai maschi

Paul Klee. Viaggio in Italia

Alla GNAM di Roma l’opera del maestro svizzero, che determinò l’Avanguardia del Novecento

Il Panico

Al Piccolo di Milano la bella regia di Ronconi del testo di Spregelburd

Il mondo del jazz nella magia di novecento

Uno spettacolo cult nella sala Fellini di cinecittà

Il canto di corvo degli incurabili

All’Elfo Puccini di Milano il monologo “Corsia degli incurabili” con Federica Fracassi, regia di Valter Malosti

“La nave fantasma”

Titanic della coscienza civile italiana

«Rito sonoro che si fa anima»

La lirica di Mariangela Gualtieri,


Libera Mente

La pace possibile

Successi e fallimenti degli accordi internazionali sul disarmo e sul controllo degli armamenti

Acqua bene comune (ABC)

napoli, capitale dell'acqua pubblica. Lettera aperta di Alex Zanotelli


Grillo, l’inconste

Dopo l’ultima prodezza di Grillo, l’apertura a Casa Pound, mi ...

La gloriosa storia

Decisamente il Monti politico ha qualcosa in meno del Monti ...

Cosa significa esser

Lanfranco, nell'introduzione al libro, scrive "tutto comincia con un viaggio ...

Pd, serve una parola

Ogni giorno che passa Monti rafforza il suo impegno diretto ...

MPS e Imu, due cose

Quanto sta emergendo sul Monte dei Paschi di Siena (MPS) ...